Quo Vadis Europa

L’intimismo dell’arte al femminile dell’artista Comes si focalizza, con questo ciclo, sul nostro continente. Il difficile momento storico e la crisi che attanaglia l’intera Comunità europea, colpendo maggiormente le nazioni che affacciano sul Mediterraneo, impongono a tutti una riflessione e una presa di posizione. L’artista, sollecitata anche dal noto storico dell’arte Angelo Calabrese , si interroga, riflette e unisce in un dialogo  le ‘Donne d’Europa’, il ‘Mediterraneo’ e ” il popolo migrante “.
Tale riflessione artistico- visiva ci attiva e sollecita a preservare il patrimonio comune europeo e a difenderci dai mali che ci attaccano in questo periodo buio.